06/11/2020

Project cargo: lo sviluppo dei mega trasporti

Paolo Federici

Ormai Amazon è l’unica grande azienda a cui pensiamo quando parliamo di spedizioni. Eppure in questo settore non rientra solo il trasporto di pacchi tradizionali di piccole e medie dimensioni. Un ruolo fondamentale è giocato dai mega trasporti. Si tratta di un settore poco conosciuto, che necessita quotidianamente di un lungo lavoro di progettazione e in cui le innovazioni possono fare ancor più la differenza per far fronte alle sempre nuove esigenze di mercato.

Ogni giorno miliardi di pacchi vengono spediti da un punto all’altro del pianeta grazie anche all’esponenziale crescita del commercio online.  Si tratta di pacchi di piccole e medie grandezze, consegnati per lo più attraverso i corrieri.

Amazon in questo senso ne è l’esempio lampante. La maggior parte degli ordini on-line vengono infatti effettuati sulla piattaforma che oggi rappresenta la quarta azienda per valore economico al mondo e consegna un numero incalcolabile di prodotti a miliardi di persone in tutto il pianeta. Amazon è diventato il portale di riferimento per acquistare qualsiasi cosa, anche se non l’unico.

Ma il vero vincitore dell’anno corrente è stato comunque senza dubbio Jeff Bezos, che con il suo gigante dell’e-commerce ha visto raddoppiare i profitti a 5,2 miliardi di dollari, mentre i ricavi sono schizzati al 40% arrivando a ben 88,9 miliardi.

Per quanto riguarda invece le spedizioni di maggiore consistenza, non possiamo certo affidarci alle procedure standard e quindi ai soli corrieri. Quando parliamo, ad esempio, di lotti di merce, le spedizioni vengono effettuate attraverso container, principalmente via mare e via aerea, più raramente via terra per ragioni logistiche e di sicurezza.

 

Ad oggi, il container è lo strumento principale per trasportare lotti di merce in tutto il mondo, è quindi usuale la visione di grandi colonne di container pronte ad essere imbarcate per ogni destinazione. Questo sistema si è sviluppato dopo la Seconda Guerra Mondiale negli Stati Uniti, portando enormi vantaggi al commercio internazionale in termini di riduzione dei costi di trasporto, danneggiamenti della merce e furti.

 

Le spedizioni tramite container vengono classificate in base a quanti sono i destinatari finali:

  • FCL (full container load): container a carico completo, cioè quando la merce deve essere ricevuta da un unico destinatario, a prescindere dal fatto che sia stato raggiunto o meno il peso o il volume massimo consentito. Questo tipo di spedizioni sono solitamente preferite da chi ha grosse quantità da spedire per un unico ricevitore.
  • LCL (less than container load): container a carico parziale, quando la spedizione può avvenire non in esclusiva. In questo caso il noleggio del container può essere organizzato in modo da prevedere più destinatari; se la merce da spedire non è abbastanza da riempire un contenitore standard, si raggruppa il carico con altre partite per la stessa destinazione in una Container freight station.

I MEGA TRASPORTI: IL  PROJECT CARGO

 

E il settore dei mega trasporti?
Esiste e rappresenta senza dubbio il settore più delicato, poiché necessita di una organizzazione attenta e capillare di ogni processo.  In questo caso parliamo di carichi pesanti, come ad esempio, interi stabilimenti industriali o impianti estrattivi. È chiaro quindi affermare che tali situazioni necessitano di soluzioni logistiche e organizzative innovative e talvolta personalizzate, in cui gli elementi cruciali per un buon esisto del trasporto sono caratterizzati essenzialmente da forti conoscenze ingegneristiche, tecniche e di valutazione dei rischi.

Il Project Cargo, detto anche breakbulk, è un settore articolato e complesso, che risponde alla necessità di trasporto di merci che non possono viaggiare nei contenitori tradizionali.Seguito da un intero team di specialisti, in grado di organizzare al meglio tempistiche, costi e non solo, di charter via mare e via aerea, trasporti terrestri con mezzi speciali, trasporti fluviali su chiatte o rimorchiatori per merce fuori sagoma o carichi pesanti, e così via.

È bene specificare quindi che, operatori specializzati nei trasporti eccezionali, sono sempre in grado di individuare la soluzione logistica più adeguata ad ogni necessità e rappresentano l’organo indispensabile per questo tipo di servizio.

Inoltre, il servizio di Project Cargo presenta delle complessità organizzative che solamente aziende competenti e con grande capacità di proporre soluzioni e di risolvere problematiche, possono condurre ed eseguire in modo efficiente. Per alcuni materiali, quelli di massa importante o ingombro voluminoso, è necessario saper organizzare un trasporto molto complesso, che può prevedere l’impiego, sia dei classici containers o automezzi generici, per merci o materiali idonei a carichi più tradizionali, sia mezzi e attrezzature speciali e specifiche atte a sollevare e movimentare anche ingombri pesanti tonnellate o dal volume inusuale e fuori sagoma.

Esistono a questo proposito società di trasporto consociate a livello mondiale per assistere le società di ingegneria, approvvigionamento e costruzione attive nei settori dell’energia, dell’estrazione mineraria, della chimica, della petrolchimica, delle infrastrutture.

Queste spedizioni, altamente specializzate, richiedono una pianificazione del trasporto individuale dall’origine alla destinazione, per queste ragioni il servizio è di gestione totale e include nella maggior parte dei casi:

  • sopralluogo degli impianti e materiali da movimentare;
  • studi di fattibilità, valutazione rischi e realizzazione di progetti;
  • scelta dei mezzi di trasporto;
  • studio e definizione degli itinerari;
  • preparazione piani per la gestione della sicurezza;
  • procedure di imballaggio;
  • pianificazione ingegneristica delle operazioni di sollevamento;
  • predisposizione di tutta la documentazione, inclusi permessi e autorizzazioni.

Si parla qui di lavori giganteschi: le aziende capaci di gestirli sono relativamente poche ed ancora meno sono le navi che hanno i mezzi e le capacità per effettuare il trasporto. Per queste ragioni si tratta di progetti molto dettagliati che hanno bisogno di tempi lunghi di attuazione. Il trasporto di mezzi pesanti, fuori sagoma, viene effettuato principalmente via mare. Le motivazioni sono molteplici: una su tutte è senza dubbio il fatto che le navi riescono, più di qualsiasi altro mezzo di trasporto, a contenere pesi di parecchie tonnellate di carico.

Esistono a questo proposito differenti tipi di navi atte a spostamenti di questo genere, ognuna delle quali presenta caratteristiche affini per rispondere al meglio al tipo di servizio richiesto:

1. Bulk carrier

Le bulk sono ad esempio, navi  munite di gru di bordo atte a sollevare pesi enormi.

Tra le aziende esistenti che si occupano di trasporti di grossi carichi via mare munite di navi bulk carrier, la BBC Chartering è uno dei leader mondiali nel trasporto marittimo di carichi pesanti e carichi di progetto. Con una flotta di attualmente 150 navi polivalenti e pesanti, aiuta i noleggiatori a pianificare ed eseguire gli incarichi di trasporto su servizi di trasporto merci o di linea in tutto il mondo. Il portafoglio della flotta di BBC Chartering va da 4.325 a 56.800 dwat e offre capacità di sollevamento fino a 900 mt.

Un altro valido esempio in questo senso è dato dalla società di megatrasporti Mammoet, specializzata nella costruzione, installazione, manutenzione e smantellamento di impianti petroliferi e di gas offshore in tutto il mondo. Con una storia che risale al 1807, i servizi di sollevamento e trasporto di Mammoet sono cresciuti in linea con le esigenze delle industrie chiave del mondo nel settore del petrolio e del gas. Negli anni ‘70 infatti l’azienda ha introdotto nel mercato attrezzature e know-how, consentendo il caricamento di topside sempre più grandi, aiutando le compagnie petrolifere ad espandere notevolmente le loro capacità offshore .

2. Semi-submersible ship

Le semi-submersible ship, sono invece navi in grado di scendere sotto il livello del mare per far “entrare” le merci direttamente nella stiva. Generalmente questi modelli di navi godono di precise caratteristiche quali:

  • Le pareti del bacino offrono protezione contro gli elementi della natura,
  • Le coperture dei boccaporti offrono il massimo piano di carico ed evitare occhi indiscreti sui carichi,
  • Il sistema di monitoraggio del movimento Octopus garantisce accelerazioni limitate del carico,
  • Fornitura di acqua e corrente al carico e opportunità di manutenzione durante il viaggio.


Una delle società di megatrasporti di spicco che ha a disposizione navi di questa tipologia è la Roll Group che, con le ST-class, nuova generazione di imbarcazioni submersible costruite da FSG a Flensburg, in Germania, presenta navi moderne e di alta qualità.

Con una lunghezza di 151,5 metri, le navi della Classe ST hanno una stiva più ampia e più lunga che crea una portata lorda maggiore e una maggiore area di alloggio. Il design della rampa / coperta in combinazione con i serbatoi di zavorra, consente di abbinare ogni altezza di banchina, con la rampa di poppa che consente il carico Ro-Ro fino a 4.500 mt per unità. Le navi di Classe ST possono quindi immergersi fino a 12,5 metri creando un pescaggio in stiva di 6,6 metri. Con un pescaggio di 5,67 metri le navi sono adatte per acque poco profonde e ogni gru a ponte ha la capacità di sollevare fino a 350 mt, o 700 mt in tandem.


3. Ro-Ro

Le ro-ro (roll on/roll off) permettono invece agli automezzi di salire direttamente a bordo, evitando la necessità di gru (e di qualsivoglia trasbordo).

Una delle società più note in questo senso è la Wallenius Wilhelmsen Ocean, società marittima che, grazie  all’utilizzo delle ultime tecnologie e funzionalità innovative, ha creato una flotta progettata per fornire flessibilità, aumentare la capacità, ridurre le emissioni e aumentare l’efficienza energetica.

Wallenius Wilhelmsen Ocean gestisce una vasta flotta di circa 50 navi ro-ro, in grado di trasportare un mix di prodotti, da macchinari per auto, costruzioni, miniere e agricoltura a vari prodotti breakbulk . Adattare le navi alle industrie che la compagnia serve, ha portato a una flotta di navi molto flessibili, dove i ponti elevabili (mobili) consentono di adattare la configurazione della capacità alle esigenze del cliente in qualsiasi situazione. La flotta di navi della Wallenius Wilhelmsen Ocean è inoltre attualmente collegata a una piattaforma digitale onshore basata su cloud che consente di utilizzare l’analisi dei big data e l’apprendimento automatico per individuare le aree di miglioramento per l’efficienza energetica, ridurre le emissioni e aiutare a proteggere l’ambiente. Questo rappresenta un passo importante nella digitalizzazione della flotta per un migliore supporto decisionale nel funzionamento della flotta e per soddisfare le aspettative dei clienti.


Spedizioni complesse: facciamo il punto

“ Sebbene molti progetti incontrino ostacoli e problemi, lavorare con esperti di logistica di progetto può aiutare a mitigare le interruzioni e mantenere i progetti in movimento.”

All’inizio di quest’anno, il team di CH Robinson Project Logistics ha consegnato componenti eolici in Kansas per un cliente. Dopo che è stato scoperto che la parte superiore di una delle torri eoliche aveva subito alcuni danni mentre si trovava in un deposito, sono stati necessari ulteriori lavori sul progetto. In questo caso il tempismo da parte del team di professionisti è stato di fondamentale importanza, si è dovuto infatti pensare in breve tempo ad una soluzione efficace e veloce per ottenere la consegna immediata per una parte di ricambio della pala eolica oltre che a richiedere i permessi ormai scaduti.

Un singolo componente è stato acquistato da un altro cantiere di stoccaggio e sono stati ordinati nuovi permessi. Il cliente si è affidato al team di esperti di CH Robinson per contattare le autorità civili e organizzare il ripristino delle strade provvisorie per la consegna.

Quanto accaduto rappresenta la dimostrazione concreta di ciò che abbiamo affermato precedentemente. Precisione, abilità, professionalità e lungimiranza stanno alla base di un sistema di logistica bene organizzato.


Un’altro esempio significativo è il caso di Royal Cargo Vietnam che ha completato un progetto per il sito Rào Trăng Hydro Power No.3 nella provincia di Quang Tri, nel centro del paese.

Il carico consisteva in 13 casse di legno contenenti due set completi di generatori, alberi e accessori a 135 tn / 300 m3 .

Lo scopo del lavoro gestito da Royal Cargo Vietnam includeva:

  • Sdoganamento al porto di Tien Sa, Da Nang;
  • Caricamento su camion in porto e rizzaggio;
  • Trasporto terrestre dal porto al sito di Rào Trăng a una distanza di circa 300 km – 6 letti bassi e prime movers su 2 viaggi;
  • Sbloccare e scaricare sul sito.

 

La consegna è stata completata in tempo con piena soddisfazione di tutte le parti grazie al team di Royal Cargo Vietnam. Un progetto che, seppur gestito in condizioni molto difficili, in stretto isolamento a causa del COVID-19, ha riscosso un enorme successo.

Significativo a questo proposito anche il caso di  Actanis in Corea del Sud. Actanis ha completato il trasporto di un bacino di carenaggio galleggiante nel porto di Yeosu in Corea del Sud al porto di Algeciras, in Spagna.

Una gigantesca struttura è stata spedita a bordo della seconda nave semisommergibile più grande del mondo, ed è stato consegnato con successo dopo un tempo di transito di circa 45 giorni attraverso il Canale di Suez. Actanis ha concepito e comandato l’intera operazione di galleggiamento on/off.


La progettazione di un’impresa così complessa ha senza dubbio richiesto diversi mesi di preparativi e lavori di ingegneria che hanno portato al successo della consegna del bacino di carenaggio.

È chiaro quindi che in queste situazioni oltre a professionalità e conoscenze, sia utile una buona dose di problem solving, da parte soprattutto dei team di lavoro.

Questi appena citati sono solo alcuni esempi delle enormi possibilità che un settore di megatrasporti ben organizzato può regalare al sistema logistico attuale e come l’innovazione rappresenti un elemento fondamentale per il miglioramento della gestione di questi delicati processi.


CORRELATI


Related Posts