/ Seneco s.r.l.

 

SENECO, DA QUARANT’ANNI UN PUNTO DI RIFERIMENTO PER LA STRUMENTAZIONE SCIENTIFICA

 

Seneco s.r.l. è un’azienda che, da 40 anni, si occupa della commercializzazione di apparecchiature tecniche e scientifiche provenienti da produttori europei ed extraeuropei.

Nata nel 1983 a Milano su iniziativa di Giovanni ed Ettore Senes, tuttora amministratore unico, la società si è sviluppata rapidamente fino a dare vita, nel 1999, al gruppo Seneco Science, insieme ai partner tedeschi Julabo ed Hettich, ottenendo nello stesso anno la certificazione ISO 9001, sia per l’attività commerciale sia per l’assistenza tecnica.

Arrivando ai giorni nostri, Seneco è una delle più grandi realtà a livello italiano nel settore di competenza, ed opera su tutto il territorio nazionale, oltre che in Svizzera e a Malta. Offre ai propri clienti non solo strumentazione, ma anche un ampio bagaglio di conoscenze in diversi ambiti dell’industria e del laboratorio sotto forma di consulenze ed assistenza dedicata, con tecnici aggiornati che hanno ottenuto tutte le certificazioni necessarie per agire nei diversi ambiti trattati. La sede storica, situata sempre a Milano, è costituita da un ampio stabile di 2250 metri quadri, in cui, oltre agli uffici amministrativi, si trovano anche il magazzino, la logistica ed il service, per poter rispondere ad ogni possibile richiesta di mercato.

Nel corso del tempo, Seneco ha focalizzato le proprie attenzioni sui test in diversi settori dell’industria e, in questo momento, i tre marchi più rappresentativi e prestigiosi, che hanno portato alle collaborazioni più importanti, sono Espec, Julabo ed Ascott.

 

JULABO è sinonimo di regolazione della temperatura a livello professionale da oltre 50 anni

JULABO è uno dei principali produttori mondiali di dispositivi di regolazione della temperatura tramite fluido negli ambiti della ricerca, dell’industria e della scienza. La casa madre è a Seelbach, in Germania, ma conta 11 sedi e oltre 500 dipendenti collocati in tutto il mondo.

I prodotti Julabo consentono un preciso controllo della temperatura in laboratori, impianti pilota e processi produttivi – da -95 °C a +400 °C – trovando impiego nei settori più disparati: nell’industria alimentare, biotecnologica, petrolifera, della plastica e dell’industria metallurgica e siderurgica, nonché nelle università, negli istituti, nel settore cosmetico, medico e negli ospedali, nel settore odontoiatrico e nell’industria ottica, dell’edilizia e dell’imballaggio.

Il top di gamma sono i nuovi PRESTO – sistemi di temperatura ultra dinamici – con applicazione su reattori, test di stress sui materiali o simulazione di temperatura in ambito automotive, sono concepiti per regolare la temperature con il massimo della precisione e per garantire variazioni di temperatura estremamente rapide.

Oltre ai sistemi di termoregolazione dinamici, la gamma dei prodotti Julabo comprende raffreddatori a circolazione e i classici termostati riscaldanti e raffreddanti. Applicazioni tipiche si ritrovano nella tecnica e nell’ingegneria di processo, nell’industria automobilistica, nella tecnica medicale, nel campo dei generi alimentari e delle bevande, e nella ricerca del settore chimico e farmaceutico.

La filiale italiana di Julabo, ubicata a Milano all’interno dell’headquarter Seneco, si occupa di commercializzare e fornire assistenza per i prodotti venduti direttamente o mediante rivenditori e agenti specializzati nell’intero territorio nazionale, Svizzera e Malta.

 

ESPEC Tecnologie all’avanguardia nei test ambientali

ESPEC è uno dei principali produttori a livello mondiale di camere per test climatici. Il quartier generale dell’azienda è in Giappone ma sono presenti sedi produttive e commerciali in tutto il mondo.
La gamma di prodotti Espec è molto vasta e riesce a soddisfare le richieste della maggior parte dei clienti: si parte da camere da banco con volumi, si passa poi alle classiche unità da pavimento, fino alle cosiddette walk-in, in cui l’operatore può entrare; sono inoltre disponibili shock termici, stufe e macchine per test specifici.
Per quanto riguarda le camere climatiche, l’articolo più comune e venduto, il range di temperatura va da -85°C fino a +180°C (200°C su richiesta) e quello di umidità dal 5 al 98% RH.
A catalogo sono moltissimi gli accessori ed alcuni di questi sono studiati per eseguire test su batterie secondarie, uno dei settori attualmente in evidenza. Gli shock termici sono di tre tipi: il classico aria-aria con ascensore e due alloggiamenti, il modello con camera unica che permette di non muovere il campione e quindi di avere un test più flessibile in termini di volume e quello liquido-liquido, più severo per il campione. Un altro strumento emergente nel mercato è la camera HAST che, oltre a temperatura ed umidità, controlla anche la pressione, consentendo di eseguire test accelerati.

Come si potrà intuire, i test climatici riguardano diversi settori, poiché ogni oggetto che utilizziamo è soggetto alle variazioni delle condizioni ambientali, dai vestiti che indossiamo alle automobili che guidiamo, nello specifico i mercati principali sono quelli dell’automotive, dell’elettronica, dell’aerospace, della chimica e dei materiali in genere. Seneco è il distributore ufficiale Espec per l’Italia, la Svizzera e Malta e si occupa della vendita in esclusiva dei prodotti e del supporto dei clienti.

 

ASCOTT e la corrosione in tutte le sue forme

ASCOTT è uno dei leader mondiali nella produzione di camere per test di corrosione. Sede commerciale e produzione si trovano in Inghilterra.

L’effetto degli agenti atmosferici (ad esempio sale ed anidride solforosa tra i più comuni) su diversi tipi di materiali è imprevedibile se non eseguendo test che simulino l’azione di questi composti chimici, che si possono trovare nella pioggia o semplicemente nell’aria e vanno ad agire su tutto ciò che usiamo, basti pensare ai prodotti trasportati via nave ed esposti ad atmosfere contenenti sale.

Il più diffuso tra questi metodi di prova è senza dubbio quello di nebbia salina, corrispondente alla norma ASTM B117, che prevede di sottoporre il campione ad uno stress dovuto alla combinazione di una temperatura elevata ed un getto di acqua contenente cloruro di sodio. Per la messa in pratica di questo test, Ascott ha studiato una linea di camere chiamate salt & spray con volumi che vanno da 120 fino a 2600 litri e permettono di lavorare in completa sicurezza per l’operatore e per l’ambiente circostante. Il mondo delle prove di corrosione è però strettamente regolato da molti altri standard, soprattutto in ambito automotive, ed ecco quindi che si è resa necessaria la progettazione di modelli di camere di test differenti, che prevedono l’esecuzione di cicli termici complessi, oltre alla necessità di ospitare campioni con ingombri importanti.

Altri tipici inquinanti sono gli ossidi dello zolfo, responsabili delle cosiddette piogge acide. Per testare la resistenza dei materiali a questi prodotti, è stata creata una camera con un volume di 300 litri che permette di lavorare con anidride solforosa secondo il metodo di Kesternich, standard utilizzato a livello internazionale.
I campi di applicazione dei test di corrosione sono svariati e, anche se la maggior parte delle norme riguarda l’ambito automotive, queste prove vengono eseguite in diversi settori, dalla chimica all’aerospaziale fino alle rubinetterie e a chi produce vernici o rivestimenti superficiali in genere. Seneco è il partner ufficiale di Ascott per l’Italia, la Svizzera e Malta e si occupa della vendita dei prodotti e del supporto dei clienti.


CORRELATI