Tra ABB e BM Group Polytec, una partnership decennale che dal business arriva fino al mondo Educational.

La grandezza di un’azienda si misura anche in base alla lungimiranza delle proprie persone nelle varie fasi della propria storia. È questo il caso di BM, system integrator di sistemi di automazione che, ben dieci anni fa, avvalendosi dell’esperienza maturata nel settore siderurgico, e con la preziosa collaborazione di alcuni clienti storici, ha introdotto in campo industriale il concetto di fabbrica intelligente attraverso soluzioni innovative che integrano automazione, robotica e software.
Oggi, grazie ai continui investimenti in ricerca e sviluppo e al successo che queste soluzioni hanno riscosso, Polytec è diventata leader globale nel settore dell’acciaio, con oltre 200 robot installati e costanti richieste da parte dei grandi player dell’acciaio come ArcelorMittal, Gerdau, Tenaris.

BM GROUP POLYTEC OGGI

Su cosa si basa la solidità di BM Group Polytec oggi? Risorse umane e risorse tecnologiche sono di due ingredienti segreti, rivela Andrea Faes.

“Internamente possiamo contare sulla disponibilità di competenze multidisciplinari di altissimo livello. Ognuno dei 150 collaboratori è strategico nel raggiungimento del risultato. I nostri team si siedono con il cliente e lavorano insieme a lui nell’obiettivo di sviluppare la soluzione migliore. Questo è il valore aggiunto che ci viene riconosciuto. La realizzazione di un’isola robotizzata, soprattutto se definita partendo da un foglio bianco, comporta un lavoro di perfetta sinergia tra tutti reparti in gioco, dalla progettazione all’ufficio meccatronico/elettrico passando per lo sviluppo software fino alla messa in servizio. In tutto ciò ABB rappresenta per noi un punto di riferimento importante sia per il lavoro di condivisione e aggiornamento che avviene costantemente tra i nostri e i loro tecnici, sia per la possibilità di disporre dal loro
“Da sempre il DNA della nostra azienda è la continua innovazione e visione verso il futuro e le nuove tecnologie che permettono quindi di non accontentarsi mai del prodotto sviluppato, ma anzi, cercare di migliorarlo costantemente e ABB è un valido partner per noi” racconta Andrea Faes, responsabile del dipartimento di meccatronica e robotica di BM Group Polytec.

Il rapporto di reciproca fiducia tra BM Group Polytec e ABB non si limita soltanto al business. Negli ultimi anni la condivisione di obiettivi più ampi dei due “big” della robotica si è concretizzata in una grande collaborazione in campo Education. Come ci racconta Omar Gualdi, HR Manager di BM Group Polytec, l’azienda ha voluto mettere a disposizione le proprie competenze per diffondere una vera e propria cultura della robotica e dell’automazione. L’Istituto Tecnico Tecnologico Marconi di Rovereto (TN) ne è stato il teatro principale, sia per l’alta qualità della propria offerta formativa in campo robotico sia per la grande disponibilità a dialogare con le imprese del territorio. Siamo andati a visitare anche l’ITT Marconi per farci raccontare l’esperienza dal punto di vista di docenti e studenti.

Oggi, grazie ai continui investimenti in ricerca e sviluppo e al successo che queste soluzioni hanno riscosso, Polytec è diventata leader globale nel settore dell’acciaio, con oltre 200 robot installati e costanti richieste da parte dei grandi player dell’acciaio come ArcelorMittal, Gerdau, Tenaris.

“La contaminazione tra scuola e azienda è una risorsa fondamentale per il nostro Istituto” racconta Eugenio Berti, docente di Sistemi Automatici all’ITT Marconi e il nostro laboratorio ne è la testimonianza: qui i nostri studenti si allenano in una sorta di palestra prima del salto nel mondo professionale”.

La collaborazione tra l’Istituto e le due aziende ha portato nel 2019 alla donazione da parte di BM Group Polytec di un’isola robotizzata ABB IRB 120 e al recente acquisto di YuMi, il robot collaborativo di ABB.

“Con l’ABB kit school, gli studenti possono sperimentare in scala ridotta tutte le problematiche dal punto di vista della programmazione, della gestione software e del design delle celle. Si tratta di un kit industriale vero e proprio”.

Concludiamo con l’affascinante motto di BM Group Polytec, decantato a due voci dai nostri interlocutori Andrea Faes e Omar Gualdi:

“Rendere il lavoro in fabbrica attrattivo per le nuove generazioni. Processi industriali sicuri, ambienti puliti e belli in cui l’uomo sia supervisore”.

Questo è il futuro e ABB è con loro.

 “Da sempre il DNA della nostra azienda è la continua innovazione e visione verso il futuro e le nuove tecnologie che permettono quindi di non accontentarsi mai del prodotto sviluppato, ma anzi, cercare di migliorarlo costantemente e ABB è un valido partner per noi”

racconta Andrea Faes, responsabile del dipartimento di meccatronica e robotica di BM Group Polytec

“La sinergia tra il mondo della scuola rappresentato da ITT Marconi, l’esperienza di un system integrator come BM Group Polytec e la solidità di un costruttore come ABB. Dà la possibilità agli studenti di esercitarsi su strumenti che poi incontreranno nel mondo del lavoro”.

racconta Omar Gualdi, HR Manager di BM Group Polytec


CORRELATI